19 novembre 2012

Cose di donne.


Vi siete mai chieste perché alcune donne, nel periodo del mestruo, stanno male come cagne? Alcune addirittura vomitano, altre hanno puntate più o meno lievi di febbre, insomma pare che sia un’ecatombe?
Vi hanno sempre risposto: questione ormonale.
Rispondono sempre questione ormonale e da quando l’uomo ha imparato a usare (e abusare) della medicina queste manifestazioni sono state curate con gli ormoni.
Ma prima come facevano?
Premettiamo subito una cosa assolutamente essenziale: le mestruazioni sono roba da donne e in quanto tali nessun uomo, medico o meno, ce la può venire a menare spiegandoci cosa si deve o non si deve fare per viverle, o sopravviverle e fino a pochi decenni fa i ginecologi erano in prevalenza maschi.
Altra cosa essenziale ai fini di una buona convivenza con questa cosa, che a un certo punto della vita ci fa anche comodo: il 70% delle donne che soffrono il mestruo sono state influenzate negativamente da altre donne, amiche o familiari, che l’accusano negativamente e che quindi ne parlano male, creando leggende metropolitane e veri e propri fenomeni di suggestione.
Se sei facente parte di questo 70% puoi anche evitare di arrivare in fondo a questo intervento, tanto non mi crederai mai e puoi tornare, più o meno rassegnatamente, a rotolarti nel letto ad ogni luna.
Già, LUNA! Eccola qui la parolina magica!
Gli esseri viventi vivono in simbiosi con tutto il resto, è una cosa ovvia e non credo ci sia bisogno di spiegarne il motivo, o devo portarvi l’esempio snaturato e molto in piccolo del pesciolino rosso nella boccia di vetro? ^^ Quindi anche le nostre “fasi” seguono le “fasi” del Tutto.
Ma veniamo alle mestruazioni dolorose. La luna ha due fasi principali: la calante e la crescente, ha due apici che chiudono le due fasi, il novilunio e il plenilunio. Una mestruazione non fastidiosa è in linea con la fase lunare congeniale a ciascuna di noi. Quando questo non è in linea dà fastidio e va quindi trovata la luna esatta. Poi va mantenuto il ciclo mestruale regolare, altrimenti gli sbalzi provocano fastidio facendo slittare il mestruo ad una luna non adatta.
Come si trova la luna? Con pazienza, regolarizzando il nostro ciclo con infusi di erbe emmenagoghe e poi “toccando” un po’ tutte le fasi lunari fino a trovare quella giusta, perché non tutte le donne iniziano col menarca in luna ideale.
La luna ha 28 giorni per completare le sue fasi, ma già dividendo le prove in due momenti ci si può accorgere se si prova meno fastidio nella fase crescente o nella fase calante, da lì si vaglia la quindicina, balzando di tre/quattro giorni, fino a trovare il giorno in cui, come per magia ci verranno le mestruazioni e non sentiremo alcun fastidio!... Oppure aspettare di avere un figlio.
Già, perché i maschietti dottori anche questo ci hanno sempre detto, ma solo perché è stato riferito loro da donne con figli.
Infatti anche questa soluzione ha il suo perché e adesso ve lo spiego.
Una donna incinta non ha mestruazioni, ovvio! Farà tutta la sua gravidanza e dopo il parto avrà una roba abbondante della durata di dieci giorni circa che serve a ripulire utero, collo e parte finale della vagina. Le impercettibili contrazioni che si avranno riporteranno l’utero alle dimensioni di un pugno e poi per tutto l’allattamento  il mestruo non si farà vivo (attenzione però, perché gli ormoni circolano lo stesso e a rimanere nuovamente incinte, nonostante l’amenorrea è più facile che tirare uno sputo in terra!).
Se l’allattamento avverrà alla “vecchia maniera”, cioè si allatta il bambino fino a sei mesi e poi negli altri sei mesi si porta il bimbo verso un’alimentazione onnivora togliendo una poppata per volta, ci si accorgerà che dopo sette/otto mesi dal parto, alla nostra luna, quella che sarebbe dovuta essere nostra fin dall’inizio, ci ritorna le mestruazioni. Saranno regolarizzate se prima non lo erano e non più dolorose. ^^
E’ una questione di simbiosi e il parto ci ha aiutate a ritrovare il giusto ritmo con il Tutto, ritmo che all’inizio aveva da fare il suo rodaggio ma che non lo abbiamo aiutato assolutamente. Anche il figlio che ci ritroviamo in braccio ci aiuterà in questi ritmi, facendoci riscoprire istinti che credevamo di non avere più da millenni.

Questo intervento tratta di cose naturali, rivolte a individui normali e sani, che hanno bisogno solo di una “spintarella”. A volte la Natura si fa beffe di tutta la nostra spocchiosa saccenza (da non confondere con sapienza, che è tutta un’altra cosa) regalandoci situazioni non facilmente... curabili. Tuttavia, e sempre ringraziando la scienza che ci ha allungato la vita e ci ha permesso di migliorarne il tenore, dovremmo ascoltarci un po’ più spesso. Il nostro corpo ci dice di cosa abbiamo bisogno.

3 commenti:

  1. Shee io ti amo!
    Senti visto che siamo in argomento, il mio ciclo non è mai stato regolare e quando mi viene ci sono volte che non posso alzarmi dal letto, altre invece posso mettermi a correre. Mia madre da giovane era come me (a differenza del fatto che non aveva i miei dolori) e mi dice sempre che dopo il parto diventerò regolare. Ma visto che hai citato la cosa, c'è un modo naturale per cercare di regolarizzarle in qualche modo?

    RispondiElimina
  2. Premettendo che non sono un dottore e che quindi mi piace poco sbandierare empirismi, un ciclo può non essere regolare per tanti motivi: stress, alimentazione sballata, fumo, alcool, magrezza, grassezza... Insomma, prima di masticare prezzemolo o farsi infusi di ruta (attenzione alle dosi, sono entrambi piante velenose!) o rimpinzarsi di cozze crude, credo sia meglio che tu riscopra ritmi di vita più sereni. Già il fatto di aver mollato RP, sebbene all'inizio ti possa creare smarrimento, ti aiuterà a sentirti meno "in dovere", poi lascia qualcosa scorrerti addosso, non te la prendere per qualsiasi bischerata e poi sostituisci qualche preghierina serale con una mezz'oretta in silenzio, con un bastoncino di incenso aromatico, a meditare in penombra (o anche dormicchiare) sul letto a gambe sollevate. Il Padre Eterno non te ne vorrà se qualche volta, invece di pregare lui, parli con il tuo corpo. E poi scopri la tua luna.

    RispondiElimina
  3. Oh, benissimo! Sinceramente sto adottando un nuovo stile di vita ultimamente, sto cercando di rilassarmi e di tornare in equilibrio con il mio corpo (e di fatto di colpo ho perso un pò di chiletti). Allora sono sulla strada giusta! Grazie infinite! *__*

    RispondiElimina